Home / Newsletter / NEWSLETTER N. 7/2015

NEWSLETTER N. 7/2015

RESPONSABILITA’ ANCHE DEL CEDENTE CON DICHIARAZIONE D’INTENTO FALSA

Il cedente di un esportatore abituale potrebbe essere chiamato a specifiche responsabilità e a versare l’IVA in caso di lettere d’intento false.

Con la Sentenza n. 4593 del 06 marzo scorso, la Corte di Cassazione ribadisce che il cedente è tenuto al versamento dell’IVA sulle operazioni effettuate senza applicazione d’imposta IVA in forza di dichiarazioni d’intento rivelatesi false, salvo dimostrare, successivamente, di aver adottato tutte le misure idonee a escludere che le operazioni lo potessero rendere partecipe di una frode IVA.

banner-articolo-completo6

IN EVIDENZA

Agenzia-Entrate

NEWSLETTER N° 33/2020: “CIRCOLARE ADE: ULTERIORI CHIARIMENTI AI FINI DELLA FRUIZIONE DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO”

L’Agenzia delle Entrate ha emanato la circolare n. 22 del 21 luglio 2020, con cui ...

Lascia una risposta

Attendere prego...

Iscriviti alla newsletter

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni? Inserisci il tuo indirizzo mail nel campo sottostante.