Home / News / LA RIVINCITA DEL BENE RIFUGIO: L’ORO SALE DEL 5% ED E’ TRA I MIGLIORI ASSET DEL 2016

LA RIVINCITA DEL BENE RIFUGIO: L’ORO SALE DEL 5% ED E’ TRA I MIGLIORI ASSET DEL 2016

ILSOLE24ORE.COM

È l’oro la sorpresa del 2016. Il metallo prezioso, su cui si facevano previsioni fosche, quota intorno a 1.116 $/oncia, in rialzo di oltre il 5% da inizio anno: una performance che lo qualifica come uno dei migliori asset (almeno finora). I listini azionari hanno infatti perso quasi l’8% nel 2016, il Dollar Index ha guadagnato a malapena l’1% e le materie prime hanno continuato a perdere quota, addirittura accelerando i ribassi. È proprio in questo scenario che l’oro ha potuto riscoprire il suo ruolo – evidentemente non perduto, ma solo assopito – di bene rifugio.

Con il terremoto che ha nuovamente investito la Borsa cinese (e a catena anche gli altri listini) e il petrolio che andava a picco, perdendo nelle prime settimane dell’anno fino a l 25% del suo valore, gli investitori hanno ricominciato a comprare Etf sull’oro, accumulando oltre 50 tonnellate: il patrimonio, cresciuto del 3,7%, è tornato a superare 1.500 tonnellate per la prima volta da novembre.

Cruciale per il lingotto – che mercoledì si è spinto fino a 1.127,80 $, record da tre mesi – è stato il venir meno dell’aspettativa di un rapido rialzo dei tassi di interesse Usa, in conseguenza alle crescenti preoccupazioni per la salute dell’economia. Proprio ieri è stata certificata la frenata del Pil americano nel quarto trimestre 2015, a un magro +0,7% dal +2% del terzo. La Cina intanto cresce al ritmo più basso da 25 anni, ma le sue importazioni di oro sono tornate a crescere: via Hong Kong in dicembre sono balzate del 67%, ai massimi da oltre due anni (111,3 tonnellate, al netto delle esportazioni).

IN EVIDENZA

CONTO CORRENTE DEDICATO

NEWSLETTER N° 11/2017: LE SPECIFICHE SULLA GESTIONE DEL CONTO CORRENTE DEDICATO (CONTENUTO RISERVATO AGLI ASSOCIATI)

NEWSLETTER N° 11/2017 Il Decreto Legislativo n. 92 del 25 maggio 2017 sancisce l’utilizzo di ...

Lascia una risposta

Attendere prego...

Iscriviti alla newsletter

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni? Inserisci il tuo indirizzo mail nel campo sottostante.