Home / Citazioni A.N.T.I.C.O. / GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO – FINANZA E SVILUPPO: GIRO DI VITE NEL CONTRASTO AL RICICLAGGIO – Leggi l’intervista del dott.Nunzio Ragno

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO – FINANZA E SVILUPPO: GIRO DI VITE NEL CONTRASTO AL RICICLAGGIO – Leggi l’intervista del dott.Nunzio Ragno

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, nei giorni scorsi, in via preliminare, i Decreti Legislativi n. 389 e 390 con i quali lo Stato ha recepito nel proprio ordinamento giuridico gli indirizzi contenuti nella Quarta Direttiva europea sull’antiriciclaggio n 849 del 2015 volta ad aumentare il contrasto e la lotta ai fenomeni del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo, nonché a riordinare il commercio degli oggetti d’oro anche usati. Nunzio Ragno, uno tra i più autorevoli esperti in materia di antiriciclaggio e presidente dell’Associazione Nazionale Tutela Il Comparto dell’Oro, che proprio martedì scorso è stato sentito dalla Commissione Finanze della Camera dei Deputati, commenta per noi i tratti salienti dei due provvedimenti normativi, che adesso il Parlamento dovrà approvare.

“L’ambito di applicazione dei provvedimenti normativi – spiega Ragno – sono i soggetti che svolgono attività finanziarie e professionali che, per la loro natura, sono considerate suscettibili di poter essere utilizzate per il riciclaggio, nonché gli operatori che si dedicano come attività principale o secondaria al commercio degli oggetti in oro e in pietre preziose. In particolare, con il decreto n. 389 il Governo modifica l’impianto normativo del Decreto Legislativo n 231 del 2007, che detta le prescrizioni e gli obblighi inerenti i soggetti che si dedicano al commercio di oggetti in oro e preziosi; con l’atro provvedimento invece per la prima volta, si disciplina in maniera organica e selettiva in materia dell’antiriciclaggio perseguendo coloro che si dedicano al riciclaggio di beni e denaro proveniente da attività illecite o mirato a finanziare la commissione di reati, come gli attentati terroristici.

Cosa prevede il Decreto Legislativo sull’antiriciclaggio?

“Prevede, da un lato, la semplificazione degli adempimenti per i destinatari; dall’altro accentua l’importanza e le conseguenze derivanti dall’approccio basato sul rischio. Oltre alla revisione e abrogazione di alcuni obblighi connessi all’adeguata verifica della clientela, le novità più importanti sono riconducibili alla configurazione di un regime sanzionatorio che commina sanzioni effettive, proporzionate e dissuasive. Saranno enfatizzate, nella tenuta del registro, le figure dei “Titolari effettivi”, delle persone giuridiche e dei “Trust” produttivi di effetti fiscali. Inoltre è prevista l’eliminazione degli adempimenti connessi alla modalità di conservazione dei dati e dei documenti”.

Quali sono le nuove disposizioni per il commercio dei “Compro Oro”?

“Si va dall’iscrizione a un ulteriore registro, oltre a quello previsto dal Testo Unico in materia di Pubblica Sicurezza, degli “Operatori Compro Oro” depositato nell’Organismo degli Agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi, all’apertura di un conto corrente dedicato alle sole transazioni di acquisto di oggetti preziosi usati, dalla limitazione dell’uso del contante a 1.000,00 €, fino agli obblighi di redazione e conservazione dei documenti e degli atti, con relativi supporti fotografici dei preziosi acquistati, riferiti ad ogni transazione commerciale. Questo per potenziare maggiormente la tracciabilità dei preziosi e prevenire il riciclaggio di beni e proventi di provenienza illecita. Il Governo ha ritenuto di estendere questa norma anche ai soggetti dediti alla compravendita di preziosi usati. E’ doveroso sottolineare che i relativi adempienti riguarderanno anche chi esegue l’acquisto di preziosi usati in forma occasionale e/o secondaria rispetto all’attività principale; il richiamo è ai gioiellieri che, stando ai recenti dati statistici, svolgono sempre di più l’attività di “Compro Oro” a causa degli scarsi profitti ricavati dalla vendita del nuovo in crisi da anni”.

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO (1.6 MiB)

IN EVIDENZA

radiocusano

UNIVERSITA’ NICOLO’ CUSANO: INTERVIENE IL PRESIDENTE A.N.T.I.C.O. – DOTT. NUNZIO RAGNO, SUL DECRETO LEGISLATIVO N° 92/2017

Il Presidente A.N.T.I.C.O. – dott. Nunzio Ragno, si fa portavoce dei disagi accusati degli operatori ...

Lascia una risposta

Attendere prego...

Iscriviti alla newsletter

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni? Inserisci il tuo indirizzo mail nel campo sottostante.