Home / Comunicati Stampa / COMUNICATO STAMPA N° 2/2020: “COMPRO ORO: RIAPERTURA ATTIVITA’ E INNALZAMENTO DEL LIMITE AL CONTANTE”

COMUNICATO STAMPA N° 2/2020: “COMPRO ORO: RIAPERTURA ATTIVITA’ E INNALZAMENTO DEL LIMITE AL CONTANTE”

A seguito della proroga delle misure di contenimento e di gestione dell’epidemia da Covid-19 fino al 13 Aprile p.v., A.N.T.I.C.O., con una nota trasmessa in data odierna, ha rinnovato al Ministero dello Sviluppo Economico l’invito a valutare una necessaria ripresa dello svolgimento dell’attività di “compro oro”, nonché un contestuale innalzamento del limite all’utilizzo del denaro contante di € 500,00, alla soglia di € 3.000 fissata per tutte le altre attività di impresa.

            Milano, 07 Aprile 2020

Le interlocuzioni Istituzionali avviate dall’Associazione sono volte a garantire ai privati cittadini una fondamentale fonte di approvvigionamento di risorse liquide e, nel contempo, ad evitare eccessive contrazioni operative che impattano sull’economia in generale e sulle aziende coinvolte nel settore specifico.

Tanto, trova fondamento in quanto l’attività specifica di “compro oro”, rivendica un ruolo di tutela di una funzione sociale, mettendo in condizione il privato cittadino (non bancabile) di monetizzare, nell’immediatezza, l’equivalente valore monetario posseduto in oggetti preziosi usati. Aspetto che assume, più che mai, preminente importanza in una situazione di arresto dell’economia che si contempera con l’esigenza di “bisogno” delle persone.

Si è appreso, infatti, da notizie di dominio pubblico e fatti di cronaca che un numero sempre crescente di famiglie e cittadini privati sta impegnando i propri oggetti preziosi presso intermediari bancari autorizzati attraverso la formula del “credito su pegno”.

Tuttavia, rispetto alla cessione immediata di oggetti preziosi usati presso un “operatore compro oro”, il credito su pegno, non rappresenta uno strumento di finanziamento agevole ed efficace per i medesimi cittadini, in quanto il successivo smobilizzo degli oggetti è vincolato al pagamento di tassi di interesse prestabiliti che graverebbero ulteriormente sulla precaria situazione economica degli stessi.

Inoltre, per le medesime motivazioni e finalità, A.N.T.I.C.O. ha proposto l’innalzamento dell’attuale limite all’utilizzo del denaro contante stabilito per gli Operatori Compro Oro (€ 500,00), alla soglia prevista per tutte le altre attività economiche (€ 3.000,00); una siffatta misura consentirebbe, infatti, ai privati un maggiore e immediato recupero di denaro contante, sottraendosi così da costi bancari aggiuntivi.

In riferimento a tale ultimo aspetto, infine, va tenuto in debito conto che gran parte dei cittadini non possiede, per diverse ragioni non sempre riconducibili a oggettive motivazioni e/o cause ostative di varia natura, un conto correte su cui far confluire le proprie entrate e da cui disporre i pagamenti.

COMUNICATO STAMPA N° 2-2020 (1.0 MiB)

IN EVIDENZA

decreto-rilancio-86

NEWSLETTER N° 23/2020: “DECRETO RILANCIO: IL VADEMECUM DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE”

È online sul sito dell’Agenzia delle Entrate il vademecum sul Decreto Rilancio. Con una presentazione ...

2 comments

  1. Si ci deve essere il rialzo dei contanti altrimenti non possiamo lavorare perché da 3000,00 euro a 500,00 è troppo dislivello

  2. Il Gioiello In Srl

    D’ACCORDO PER L’INNALZAMENTO A E 3000 DEL CONTANTE

Lascia una risposta

Attendere prego...

Iscriviti alla newsletter

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre pubblicazioni? Inserisci il tuo indirizzo mail nel campo sottostante.